Sito Ufficiale del Comune di Umbertide

Salta ai contenuti
Sito Ufficiale del Comune di Abbiategrasso
sei in: 
HOME | Comunicazioni istituzionali | La leva fiscale come misura di contrasto al gioco d’azzardo

La leva fiscale come misura di contrasto al gioco d’azzardo

comunicato del Consigliere Comunale Nicola Capello

ABBIATEGRASSO - Grazie all’attenzione espressa dal Gruppo Consiliare del Partito Democratico e dal lavoro dell'Ass. Mauro Squeo, l’Amministrazione Comunale di Abbiategrasso, nell’elaborazione del Bilancio previsionale 2015, ha riservato un occhio di riguardo al contrasto del gioco d’azzardo lecito.
Durante lo scorso Consiglio Comunale sono state discusse ed approvate due misure che costituiscono, tramite la leva “fiscale”, un preciso strumento per disincentivare la presenza nei pubblici esercizi di giochi elettronici che abbiano insita la scommessa o che consentano vincite puramente aleatorie di un qualsiasi premio.
Sono, infatti, state approvate:

  • LA NON APPLICAZIONE DELLE RIDUZIONI TARIFFARIE PREVISTE PER L’OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO per i titolari, gestori, institori di sale giochi e per tutti quegli esercizi commerciali che detengano apparecchiature di gioco elettronico all’interno dei propri locali (modifica del Regolamento “Canone per occupazione di spazi ed aree pubbliche”).
  • IL RADDOPPIO DELLA TARIFFA PER L’ISTALLAZIONE DI MEZZI PUBBLICITARI per i titolari, gestori, institori di sale giochi e per tutti quegli esercizi commerciali che detengano apparecchiature di gioco elettronico all’interno dei propri locali (modifica del Regolamento “Canone per l’installazione di mezzi pubblicitari”).

Questo passaggio di carattere fiscale rappresenta un passo ulteriore rispetto ad un percorso che l’Amministrazione Comunale ha avviato da diverso tempo.
Si ricorda quanto fatto in tema di contrasto al gioco d’azzardo lecito:

  1. Raccolta firme per la “Proposta di legge ad iniziativa popolare per la tutela della salute degli individui tramite il riordino delle norme vigenti in materia di gioco d’azzardo“;
  2. Adesione al Manifesto dei Sindaci per la Legalità contro il gioco d’azzardo;
  3. Corso di formazione “Educare alla legalità e alla responsabilità democratica” diretto ai docenti degli istituti secondari di primo e secondo livello e tenuto da LIBERA;
  4. Tavolo di lavoro con diverse realtà locali per trattare il tema della Legalità e sostegno alle associazioni ideatrici di iniziative di sensibilizzazione al contrasto al gioco d’azzardo;
  5. Sottoscrizione, da parte del Sindaco Arrara, dell’appello promosso dalla Scuola delle Buone Pratiche affinchè il Governo rispettasse i principi e i criteri direttivi dell’art. 14 della delega fiscale (legge 23/20149), tutelando i poteri dei sindaci in tema di contrasto al gioco d’azzardo;
  6. Censimento delle slot machine presenti sul territorio abbiatense, mediante la collaborazione del Monopolio di Stato e della Polizia Locale di Abbiategrasso;
  7. Controlli, da parte della Polizia Locale, per verificare il corretto numero ed istallazione di slot machine presso gli esercenti che detengono le stesse;
  8. Delibera di Giunta n. 177 del 2 ottobre 2014 – determinazione della distanza di 500 metri dai luoghi sensibili per il divieto di collocazione di nuovi apparecchi per il gioco d’azzardo lecito.
  9. Aggiudicazione di un finanziamento di 49.700,00 euro, a seguito di partecipazione al bando indetto dalla Regione Lombardia per lo sviluppo e il consolidamento di azioni di prevenzione e contrasto alle forme di dipendenza da gioco d’azzardo lecito.

Tutto ciò dimostra come l’Amministrazione Comunale stia portando avanti un percorso preciso che manifesta una propria e continua crescita di consapevolezza rispetto al tema del contrasto al gioco d’azzardo lecito.
Molto è già stato messo in campo, molto c’è ancora da fare.
L'Amministrazione Comunale di Abbiategrasso si prende l’impegno di continuare il percorso intrapreso.

Nicola Capello, consigliere comunale di Abbiategrasso