Sito Ufficiale del Comune di Umbertide

Salta ai contenuti
Sito Ufficiale del Comune di Abbiategrasso

SETTORE POLIZIA LOCALE E MOBILITA'

Incaricato Posizione Organizzativa: Comandante Maria Malini

Sede: Via Trento n. 8

Contatti: Polizia Locale tel. 02.94692.444 
PEC: comune.abbiategrasso@legalpec.it, e-mail: vigili@comune.abbiategrasso.mi.it 

PER CONTATTARE I VARI UFFICI
Per richieste d'intervento riguardo a incidenti stradali, problemi ambientali, Igienici, Sanitari, pericoli sulla pubblica via, degrado della proprietà privata o pubblica, carenza di servizi pubblici, commissione di reati o quant'altro, contattare la Centrale Operativa al tel. 02.94692/444 e digitare 1

per gli altri uffici digitare:
2. verbali 
3. infortunistica
4. occupazione suolo pubblico e permessi
5. viabilità e ZTL
6. edilizia e ambiente
7. accertamenti residenze
8. amministrativo

Orari di apertura al pubblico dello sportello (in vigore dal 19 novembre 2019 al 18 gennaio 2020):aperto il mercoledì pomeriggio dalle 14 alle 19 ed il sabato dalle 9 alle 12,45.
Orari di servizio di Pronto Intervento: tutti i giorni feriali dalle 7.30 alle 19.00 , la domenica e le festività infrasettimanali  dalle 09.00 alle 12.00 e dalle 15.30 alle 18.30.

Consegna atti, all’Ufficio Protocollo di Piazza Marconi, 1- Tel 0294692230-231, PEC comune.abbiategrasso@legalpec.it (per Società, Enti, Liberi professionisti e privati in possesso di indirizzo PEC), e-mail: protocollo@comune.abbiategrasso.mi.it (per privati non in possesso di indirizzo PEC).
Orari di apertura al pubblico Ufficio Protocollo:  al mattino nelle giornate di lunedì, giovedì e venerdì dalle 9.15 alle 12.45 e il martedì dalle 9.15 alle 13.45 - al pomeriggio il mercoledì dalle 16.00 alle 18.00.

L'Amministrazione Comunale di Abbiategrasso, attraverso il servizio di Pronto Intervento (Polizia Locale), si propone di tutelare la propria popolazione contro situazioni di pericolo per la sicurezza, l'incolumità, la salute personale e pubblica. Ogni volta che il cittadino nota situazioni di pericolo può, infatti, segnalare al Comando la situazione e lo stesso si impegna a garantire un intervento immediato per la soluzione del problema prospettato.

 

 

 

PER INFORMAZIONI SU:
1. avvisi d'accertamento e verbali di contestazione 
2. Ricorso a una sanzione 
3. Procedura ruoli e cartelle esattoriali 
4. Rilascio di contrassegno invalidi europeo 
5. Rilascio autorizzazione per cartello passo carraio 
6. Denunce infortunio sul lavoro
7. Cessioni di fabbricato
8. Dichiarazioni di ospitalità o assunzione cittadini stranieri
9. Richiesta accesso agli atti
10. Occupazione temporanea di suolo pubblico 
11. Pass a tariffa agevolata in area parcometro
 

 

1. Avvisi d'accertamento e verbali di contestazione
a. AVVISO D'ACCERTAMENTO
Trattasi dell'avviso lasciato sul parabrezza dei veicoli posteggiati in divieto di sosta. Viene compilato nel momento in cui è accertata la violazione dal personale della Polizia Locale e dagli Ausiliari della sosta.
L'avviso deve contenere i seguenti dati:
- giorno e ora dell'accertamento;
- località dove è stata rilevata l'infrazione;
- tipo veicolo, marca, targa;
- codice dell'infrazione commessa;
- importo dell'infrazione, tranne per le infrazioni che prevedono la decurtazione punti;
- firma e numero matricola dell'agente accertatore.

COME EFFETTUARE IL PAGAMENTO

E' possibile effettuare il pagamento di detto avviso:

  • Attraverso gli sportelli della Banca Popolare di Sondrio sita in Piazza Garibaldi, 2 ad Abbiategrasso e richiedendo l'indicazione del numero, data del preavviso e la targa del veicolo;
  • Attraverso bollettino di c.c.p. n. 23408206 intestato a COMUNE ABBIATEGRASSO - POLIZIA LOCALE SERVIZIO TESORERIA indicando come causale: la data ed il numero del preavviso prestampato in alto a destra, il numero di targa del veicolo;
  • Attraverso bonifico bancario codice IBAN IT42Z0760101600000023408206 intestato a COMUNE ABBIATEGRASSO - POLIZIA LOCALE SERVIZIO TESORERIA Piazza Marconi 1 – 20081 ABBIATEGRASSO (MI), indicando come causale: il numero e la data del preavviso, la targa del veicolo.

L'avviso lasciato sul parabrezza può essere pagato con la riduzione del 30%. Il pagamento deve, però, essere effettuato entro cinque (5) giorni dalla data dell'infrazione al fine di evitare che l'importo dell'avviso venga caricato di spese di accertamento e di notifica al proprietario del veicolo.

N.B. Non è possibile proporre ricorso avverso l'avviso d'accertamento, ma bisogna attendere che l'avviso venga notificato all'obbligato in solido, diventando così verbale di contestazione. Per la procedura del ricorso vedi: RICORSO A UNA SANZIONE.

b. VERBALE DI CONTESTAZIONE
Il verbale di contestazione è l'atto con il quale si procede alla contestazione o notifica della violazione accertata.
Le violazioni, quando possibile, devono essere immediatamente contestate:
- al trasgressore;
- alla persona individuabile dalla carta di circolazione come obbligata in solido (se presente).

Copia del verbale deve essere consegnata:
- al trasgressore;
- all'obbligato in solido se diverso dal trasgressore e se presente al momento dell'accertamento; altrimenti il verbale viene notificato all'obbligato in solido. In questo caso l'importo da pagare è aumentato delle spese di notifica e di procedimento.

Se la violazione non può essere immediatamente contestata, il verbale, con l'indicazione dei motivi che hanno reso impossibile la contestazione immediata, deve essere notificato a cura del Comando accertatore all'obbligato in solido.

COME EFFETTUARE IL PAGAMENTO

  • Attraverso gli sportelli della Banca Popolare di Sondrio sita in Piazza Garibaldi, 2 ad Abbiategrasso e richiede l'indicazione del numero e della data del verbale, la targa del veicolo;
  • Attraverso bollettino di c.c.p. n. 23408206 intestato a COMUNE ABBIATEGRASSO POLIZIA LOCALE SERVIZIO TESORERIA indicando come causale la data ed il numero del verbale prestampato in alto a destra, il numero di targa del veicolo;  
  • Attraverso bonifico bancario codice IBAN IT42Z0760101600000023408206 intestato a COMUNE ABBIATEGRASSO - POLIZIA LOCALE SERVIZIO TESORERIA Piazza Marconi 1 – 20081 ABBIATEGRASSO (MI), indicando come causale: il numero e la data del verbale, la targa del veicolo.

Il pagamento di un verbale di contestazione può essere effettuato entro 5 giorni consecutivi dalla data di notifica o contestazione immediata, con una riduzione del 30% (se il 5° giorno cade di giorno festivo la scadenza è posticipata al giorno feriale successivo). Si evidenzia che tale riduzione è applicata all’importo della violazione, escluse le spese di notifica che devono essere pagate per intero.

Scaduto il termine dei 5 giorni e non oltre 60 giorni dalla data di contestazione immediata o notifica, la sanzione deve essere pagata per intero, oltre alle spese di notifica.

Il pagamento di somme di importo inferiore a quello riportato sul verbale o effettuato oltre i termini di legge non estingue l'illecito. La somma versata viene trattenuta a titolo di acconto fino all'iscrizione a ruolo e si procede poi al recupero della somma da pagare, che diventa la metà del massimo mediante la procedura esecutiva (artt. 203/3° comma e 206 del C.d.S.).

 

2. Ricorso a una sanzione
Il trasgressore o gli altri soggetti obbligati in solido, entro 60 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale, possono proporre ricorso direttamente al Prefetto di Milano o tramite questo Comando di Polizia Locale. L'atto, in carta semplice, dovrà essere consegnato direttamente presso il nostro Comando o inviato tramite raccomandata.
Il Comando è tenuto a trasmettere gli atti al Prefetto entro sessanta giorni dal ricevimento del ricorso, con la prova delle eseguite contestazioni o notificazioni, nonché con ogni altro elemento utile alla decisione.
Il Prefetto emetterà ordinanza di archiviazione degli atti se accoglie il ricorso, altrimenti emetterà ordinanza motivata con la quale ingiunge il pagamento di una somma determinata nel limite non inferiore al doppio del minimo edittale per ogni singola violazione. Il ricorso e i suoi effetti si estendono automaticamente alla sanzione accessoria.
In alternativa al ricorso al Prefetto, è possibile proporre ricorso al Giudice di Pace di Abbiategrasso con sede in Via Papa Paolo VI n. 2 - Abbiategrasso (tel. 0294960192- 0294963791- fax 0294050057) entro il termine di 30 giorni dalla data di contestazione o notificazione del verbale.
Anche contro l'ordinanza-ingiunzione del Prefetto è possibile proporre ricorso davanti al Giudice di Pace, entro 30 giorni dalla notificazione del provvedimento Prefettizio.
In caso di rigetto del ricorso, il Giudice di Pace determina l'importo da pagare che non può essere inferiore al minimo e non superiore al massimo previsto per ogni articolo violato. Il ricorso deve essere firmato in originale dall'interessato e depositato presso la cancelleria del Giudice di Pace personalmente o da persona incaricata dall'interessato. Per i ricorsi avverso i verbali, il trasgressore deve presentare l'istanza in originale più tre copie.
Per opposizione avverso Ordinanze-Ingiunzioni o cartelle esattoriali, il trasgressore deve presentare l'istanza in originale più quattro copie.
Al Ricorso deve essere allegata tutta la documentazione che si ritiene utile, in particolare:
1. originale del documento impugnato (es. verbale di contestazione, ingiunzione di pagamento, cartella dell'Equitalia, ecc.)
2. copia della busta contenente la sanzione al fine di consentire al Giudice di Pace la verifica della data della notifica.
Contestualmente  al deposito del ricorso, il ricorrente deve versare il contributo di Legge dovuto per il Contenzioso. (per informazioni relative al contributo telefonare al n. 0294960192-0294963791).

 

3. Procedura ruoli e cartelle esattoriali
In caso di mancato pagamento (o di pagamento effettuato oltre i 60 giorni) ed in assenza di ricorso entro il termine prescritto, il verbale costituisce titolo esecutivo per l'iscrizione a ruolo della sanzione nei modi e termini previsti dalla legge, per una somma pari alla metà del massimo della sanzione amministrativa edittale e per le spese di procedimento.
Il proprietario del mezzo o l'obbligato in solido, ai sensi dell'art. 196 del Codice della Strada risponde solidalmente con il trasgressore, per il pagamento della somma dovuta.
Il pagamento effettuato in misura inferiore rispetto a quanto previsto dal codice, non ha valore quale pagamento ai fini dell'estinzione dell'obbligazione. In tal caso la somma versata è tenuta in acconto per la completa estinzione dell'obbligazione, e la somma da iscrivere a ruolo è pari alla differenza tra quella dovuta a norma dell'art. 203, c. 3 del codice, e l'acconto fornito.
In caso di pagamento incompleto o di pagamento effettuato oltre i 60 giorni, il Comando invia comunicazione all'interessato al fine di invitarlo a completare il pagamento per eludere l'iscrizione a ruolo.
Prima dell'iscrizione a ruolo viene inviata ulteriore lettera di sollecito di pagamento.
In caso di mancato pagamento anche a seguito di tale sollecito, si procede all'iscrizione a ruolo del verbale, con cui si trasferisce la competenza per la riscossione all'Ente Concessionario, che emetterà la cartella esattoriale.
Nella cartella esattoriale si troveranno i seguenti dati:
- l'importo da pagare
- il motivo:

  • sanzione amministrativa indicata con il codice tributo 5242
  • spese procedurali indicate con il codice 5354
  • interessi del 10% per ogni semestre indicato con il codice 5243

- il numero di verbale a cui si riferisce la cartella esattoriale
- l'ente impositore (ad es. Comune di Abbiategrasso)
La cartella esattoriale può essere pagata presso gli sportelli dell'Esattoria, in banca o in posta entro 60 giorni dalla data di notifica della stessa, utilizzando il modulo allegato. In caso di mancato pagamento l'Esattoria provvede all'invio di avvisi di mora, la cifra sarà quindi maggiorata degli interessi di mora.
Se anche a seguito di tali avvisi l'interessato non provvede all'estinzione dell'importo, il Concessionario provvede a riscuotere l'importo, a seconda dei casi, mediante il fermo amministrativo del veicolo, l'ipoteca sulla casa, la cessione di 1/5 dello stipendio ecc.
Contro la cartella esattoriale è possibile fare ricorso al Giudice di Pace entro 30 giorni dalla data della notifica della cartella esattoriale. Per la procedura vedi "RICORSO A UNA SANZIONE".
Nel caso in cui la cartella faccia riferimento a una sanzione che è stata già pagata e che è stata inviata quindi per errore, è possibile richiedere l'annullamento del procedimento direttamente al Comando che provvederà a chiedere il discarico all'ESATTORIA. E' necessario trasmettere al Comando la richiesta di annullamento del procedimento corredata dalla cartella esattoriale e dalla copia della ricevuta del pagamento.

Dall'anno 2010 all'anno 2014 l'Amministrazione Comunale ha provveduto alla riscossione dei verbali non pagati attraverso T.M. (TRIBUTI MAGGIOLI) la quale ha emesso delle Ingiunzioni di Pagamento.

Dall'anno 2015 si è ripreso ad emettere cartelle di pagamento tramite Equitalia SpA ora Agenzia delle Entrate-Riscossione per la riscossione dei verbali non pagati.

N.B. PRESSO IL COMANDO E' COMUNQUE POSSIBILE RICHIEDERE TUTTE LE INFORMAZIONI RIGUARDANTI LA CARTELLA ESATTORIALE  o L'INGIUNZIONE DI PAGAMENTO IN VS. POSSESSO (ad es. a quale verbale si riferisce, a chi è stata contestata o notificata l'infrazione ed in quale data, ecc.), contattando il tel. 02.94692/434.

 

4. Rilascio di contrassegno invalidi europeo
Ai disabili con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta, viene rilasciato, previa presentazione di documentata istanza, il CONTRASSEGNO INVALIDI, al fine di agevolare la circolazione e la sosta dei veicoli utilizzati dagli stessi.
Il CONTRASSEGNO INVALIDI, da esporre ben visibile sull'autovettura, viene rilasciato dal Comune di residenza.
Il contrassegno ha validità di 5 anni ed è utilizzabile su tutto il territorio europeo. Il contrassegno è strettamente personale e non è vincolato ad uno specifico veicolo nè alla titolarità della patente di guida; può essere utilizzato per la circolazione purché l'interessato sia a bordo del veicolo.
Per ottenere tale CONTRASSEGNO l'interessato deve rivolgersi all'ASST Ovest Milanese-UOC Medicina Legale di Abbiategrasso al fine di ottenere, a seguito visita medica, la certificazione medica nella quale è espressamente indicato che la persona ha una effettiva capacità di deambulazione sensibilmente ridotta.
Successivamente l'interessato deve presentare apposita istanza in carta libera, in bollo se a tempo determinato, (vedi Modulo per richiesta PASS INVALIDI), allegando alla domanda il certificato rilasciato dall'ASST.
Per le persone temporaneamente invalide in conseguenza di infortunio o per altre cause patologiche, il contrassegno verrà rilasciato a tempo determinato. In tal caso la certificazione medica rilasciata dall'ASST deve indicare il presumibile periodo di durata dell'invalidità.
Per i soggetti riconosciuti ciechi civili o invalidi civili con invalidità al 100% e indennità di accompagnamento, è sufficiente allegare all'istanza da presentare al Comune di residenza per il rilascio del CONTRASSEGNO, copia del VERBALE della COMMISSIONE per l'accertamento dell'invalidità.
Alla scadenza dei 5 anni del contrassegno, per chiederne il RINNOVO occorre compilare l'istanza allegando in questo caso il certificato rilasciato dal medico curante che conferma il persistere delle condizioni sanitarie che hanno dato luogo al rilascio.

In  caso di deterioramento, smarrimento o furto del contrassegno occorre presentare istanza allegando rispettivamente il contrassegno deteriorato o la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà o la denuncia agli organi di Polizia.

Al momento del rilascio del CONTRASSEGNO viene consegnata autorizzazione in deroga per la circolazione e la sosta di veicolo al servizio di persona invalida con deambulazione ridotta.

Alla domanda vanno allegati:

  1. Certificato medico rilasciato dall'ASST o medico curante o verbale della Commissione Invalidi dell'ASST;
  2. Nr. 2 foto recenti;
  3. Carta di identità in corso di validità, in fotocopia;
  4. Se straniero, anche copia del permesso di soggiorno in corso di validità.

La stessa va consegnata direttamente al Protocollo Generale sito in Piazza Marconi n. 1 - Abbiategrasso.

 

5. Rilascio autorizzazione per cartello passo carraio
Ai sensi dell'art. 22 del Codice della Strada e dell'art. 46 del Regolamento d'Attuazione, i passi carrai devono essere individuati con l'apposito cartello, previa autorizzazione del Comune.
La richiesta per ottenere l'autorizzazione e il cartello di passo carraio deve essere presentata con una marca da bollo presso l'Ufficio Protocollo di Piazza Marconi 1, tramite l'apposita modulistica:
· AUTORIZZAZIONE PASSO CARRAIO per abitazione singola
· AUTORIZZAZIONE PASSO CARRAIO per CONDOMINIO
Presso il Comando sarà possibile ritirare sia l'autorizzazione che il cartello di passo carraio (per ogni cartello è dovuto il versamento di € 26,00 a titolo di rimborso costo cartello e relativa istruttoria da versarsi presso la  Tesoreria Comunale della Banca Popolare di Sondrio Agenzia di Abbiategrasso - Piazza Garibaldi n. 2; copia della ricevuta di pagamento deve essere consegnata al Comando al momento del ritiro del SEGNALE STRADALE).
Per chi omette di individuare con l'apposito cartello il passo carraio è prevista una sanzione di cui all'art. 22 del C.d.S.
Nel caso in cui il passo carraio sia ostruito da una macchina in sosta, gli Operatori di Polizia Locale possono intervenire per la rimozione del veicolo solo nel caso in cui il passo carraio è regolare, ovvero segnalato da apposito cartello autorizzato dal Comune.

In caso di deterioramento, smarrimento o furto del cartello di passo carraio occorre presentare istanza allegando rispettivamente il cartello deteriorato o la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà o la denuncia agli  organi di Polizia.

 

6. Denunce infortunio sul lavoro
Il datore di lavoro, deve, nel termine di due giorni, dare notizia all'autorità locale di Pubblica Sicurezza di ogni infortunio sul lavoro che abbia per conseguenza la morte o l'inabilità al lavoro per più di tre giorni.
Nel caso di proseguimento dell'infortunio, occorre effettuare la comunicazione di continuazione allegando certificato medico.
La denuncia deve essere fatta all'autorità di Pubblica Sicurezza presso il Comando di Polizia Locale di Abbiategrasso se l'infortunio è avvenuto sul territorio abbiatense.
Per l'inottemperanza di quanto sopra è prevista una sanzione amministrativa pari a € 516,00.

 

7. Cessioni di fabbricato
A seguito di vendita, locazione, donazione di un fabbricato o parte di esso sito nel Comune di Abbiategrasso occorre presentare denuncia di "Cessione di fabbricato" (modelli reperibili presso le cartolerie che dispongono di modulistica per uffici) all'autorità locale di Pubblica Sicurezza entro 48 ore dalla cessione.
In caso di ritardata, mancata presentazione o incompleta compilazione di tale denuncia, è prevista una sanzione amministrativa da € 103,00 a € 1.549,00.

 

8. Dichiarazioni di ospitalità o assunzione cittadini stranieri
Chiunque, a qualsiasi titolo, dà alloggio o ospita uno straniero o apolide, anche se parente o affine o lo assume per qualsiasi causa alle proprie dipendenze ovvero cede allo stesso la proprietà o il godimento di beni immobili, rustici ed urbani, posti nel territorio dello Stato, per un periodo superiore ai 30 giorni, è tenuto a darne comunicazione scritta, entro 48 ore, all'autorità locale di Pubblica Sicurezza, utilizzando il modello per le "Cessioni di Fabbricato" ed allegando le fotocopie dei documenti (passaporto, carta d'identità, o patente di guida) del denunciante e dello straniero o apolide.
Le violazioni delle disposizioni su indicate sono soggette alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 160,00 a euro 1.100,00.
TALI DENUNCE, CESSIONI E DICHIARAZIONI DEVONO ESSERE PRESENTATE AL COMANDO DI POLIZIA LOCALE
CONSEGNANDOLE DIRETTAMENTE O TRAMITE RACCOMANDATA.

 

9. Richiesta accesso agli atti
Ai sensi della LEGGE 241/90 è possibile richiedere copie degli incidenti stradali o dei rapporti di servizio inoltrando domanda al Comando (vedi: modulo richiesta).
COSTI:

- rilascio copia rapporto incidente stradale € 40,00;
- rilascio copie rapporti di servizio € 10,00.

Le modalità di trasmissione della documentazione e i casi di esenzione sono di seguito elencati:

  • Trasmissione a mezzo posta elettronica: gratuita;
  • Spedizione con raccomandata postale con pagamento in contrassegno :  12,00 euro;
  • Ritiro presso il Comando: gratuito;
  • Esenzione spese per rilascio documentazione a Forze dell’ordine, organismi di soccorso, Enti e Istituzioni pubbliche (es. INPS/INAIL).

10. Occupazione suolo pubblico temporanea

In caso di occupazione di suolo pubblico temporanea il richiedente deve compilare il modello, disponibile on-line e al front-office, dichiarando sotto la propria responsabilità:

  1. Quando avverrà l’occupazione;
  2. La metratura dell’area occupata;
  3. La tipologia intervento;
  4. Il possesso di eventuale autorizzazione dell’UTC;
  5. L’eventuale esenzione della TIA e/o COSAP, cosi come previsto dal regolamento di applicazione;
  6. Eventuale esenzione dall'imposta di bollo;
  7. La ditta che sta procedendo ai lavori. 

Inoltre il richiedente si impegnerà a:

  1. Collocare i segnali riguardanti il cantiere che sono a fondo giallo;
  2. Utilizzare macchine operatrici omologate e dotate di luce lampeggiante gialla;
  3. A non modificare in alcun modo il normale assetto viabilistico;
  4. Rispettare quanto stabilito dagli artt. 20 e 21 del C.d.S. e relativo regolamento;
  5. Tenere l’autorizzazione sul luogo dei lavori, a disposizione degli organi di controllo;
  6. Osservare tutte le cautele atte a prevenire ogni pericolo o danno a persone o cose;
  7. Delimitare l’area dell’occupazione con recinzione fissata di colore rosso o arancione, costituita da reti, teli o altri mezzi omologati;
  8. Spostare la segnaletica se occultata dalla recinzione, in modo da renderla visibile agli utenti della strada;
  9. Ripristinare i luoghi come allo stato di fatto;
  10. Garantire l’ingresso alle abitazioni e alle attività commerciali degli aventi titolo;
  11. Rispettare le disposizioni in materia di tutela dell'inquinamento acustico, nonché in materia di commercio;
  12. Effettuare pagamento COSAP tramite c/c postale nr.1045099205 intestato a “COMUNE ABBIATEGRASSO OCCUPAZIONE SUOLO E AREE PUBBLICHE SERV.TES.” ovvero mediante bonifico bancario cod. IBAN IT 47 B 07601 11000 001045099205 intestato a “COMUNE ABBIATEGRASSO OCCUPAZIONE SUOLO E AREE PUBBLICHE SERV.TES.” indicando nella causale gli estremi dell’autorizzazione;
  13. Effettuare pagamento TIA, quando dovuta, a favore di NAVIGLI AMBIENTE presso lo “SPORTELLO UTENZE” della Società AMAGA ENERGIA E SERVIZI S.R.L., sito negli uffici di viale Cattaneo 45 ad Abbiategrasso nei seguenti orari: lunedì: 8.30 – 12.30; martedì: 8.30-12.30; mercoledì: 14.00 - 18.00; giovedì: 14.00 – 16.00; venerdì : 8.30 – 12.30.

L’istanza, debitamente compilata e controfirmata va inoltrata all’ufficio protocollo di piazza Marconi n. 1, previa apposizione di marca da bollo da € 16,00 almeno 20 giorni prima dell'inizio dell'occupazione.

L'eventuale richiesta di proroga dovrà essere effettuata su carta libera, dal titolare dell'autorizzazione, citandone gli estremi. Se richiesta da Società, dovrà essere inoltrata a mezzo PEC all'indirizzo: comune.abbiategrasso@legalpec.it, diversamente potrà essere inviata a mezzo mail all'indirizzo:  vigili@comune.abbiategrasso.mi.it

 

11. Pass a tariffa agevolata in area parcometro  (con individuazione di 2 località)

Soggetti interessati:

  • Residenti nelle seguenti vie: P.zza Garibaldi, C.so Matteotti, C.so S. Martino, P.zza V Giornate, P.zza Cavour, Via S. Carlo, Via XX Settembre, Via S. Maria, V.lo S. Maria, Via Solferino, P.zza Marconi, P.zza Castello, V.lo Cortazza, V.lo Magazzeno, Passo dei Cistercensi, Passaggio Centrale, Via Cantù, Via Ticino nr.3/5, V.le Serafino Dell’Uomo tra V.le Papa Giovanni XXIII e Via Ticino, C.so Italia, V.le Papa Giovanni XXIII fino al nr. 5, Via Annoni, Via Binaghi, Via Borsani, Via Piatti, Via Confalonieri, Via Misericordia, Via Motta, Galleria Mirabello, Galleria Europa. Con individuazione di due aree.
  • Titolari di attività produttiva/professionale con sede nelle seguenti vie: P.zza Garibaldi, C.so Matteotti, C.so S. Martino, P.zza V Giornate, P.zza Cavour, Via S. Carlo, Via XX Settembre, Via S. Maria, V.lo S. Maria, Via Solferino, P.zza Marconi, P.zza Castello, V.lo Cortazza, V.lo Magazzeno, Passo dei Cistercensi, Passaggio Centrale, Via Cantù, Via Ticino nr. 3/5, V.le Serafino Dell’Uomo tra V.le Papa Giovanni XXIII e Via Ticino, C.so Italia, V.le Papa Giovanni XXIII fino al nr. 5, Via Annoni, Via Binaghi, Via Borsani, Via Piatti, Via Confalonieri, Via Misericordia, Via Motta, Galleria Mirabello, Galleria Europa. Con individuazione di due aree.
  • Categorie specifiche.

Presentazione dell’istanza:

  • la modulistica è disponibile sul sito www.comune.abbiategrasso.mi.it e può essere presentata: direttamente all’ufficio protocollo generale di Piazza Marconi nr.1 oppure mezzo posta certificata all’indirizzo PEC comune.abbiategrasso@legalpec.it, almeno 30 giorni prima.

Requisiti da dichiarare nell’istanza:

  • residenza/sede nelle vie predette;
  • titolarità di attività produttiva/professionale avente sede nelle vie predette;
  • proprietà/uso esclusivo di un autoveicolo in regola con le disposizioni sulla circolazione stradale;
  • non avere a disposizione ad alcun titolo aree o locali privati per il ricovero/parcheggio dell’autoveicolo;
  • impegno a corrispondere la tariffa prevista per la tipologia di pass richiesto;
  • nessun componente del nucleo familiare intestatario di pass della medesima tipologia.

Casi particolari:

  • qualora la residenza nelle predette vie non risulti ancora annotata sulla carta di circolazione dell’autoveicolo, a seguito di recente variazione, occorre allegare copia della ricevuta rilasciata dall’Ufficio Anagrafe dalla quale risulti sia la residenza sia la proprietà dell’autoveicolo;
  • per ottenere il duplicato per deterioramento, smarrimento o furto del pass occorre presentare istanza allegando rispettivamente il pass deteriorato o la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà o la denuncia agli organi di Polizia;
  • allorquando P.zza Cavour sia occupata per eventi i titolari di pass potranno sostare in altra area blu.

Tariffa particolari categorie:

DESCRIZIONE dal 01.01.2016
Residenti €   74,00
Attività produttive 1 mese €   52,00
Attività produttive 3 mesi € 102,00
Attività produttive 6 mesi € 182,00
Attività produttive 12 mesi € 352,00

 

Tariffa oraria parcometro:

DESCRIZIONE dal 01.01.2016
Primi 20 minuti (su tutte le aree eccetto P.zza Samek) € 0,20
Prima ora (su tutte le aree eccetto P.zza Samek) € 1,00
Seconda ora (su tutte le aree eccetto P.zza Samek) € 1,20
Ore successive (su tutte le aree eccetto P.zza Samek) € 2,00
P.zza Samek € 0,50/h

 

Modalità di pagamento:

  • Parcometro: per la corresponsione in contanti della tariffa oraria, minimo € 0,10 per 10 minuti;
  • Abbonamenti per particolari categorie: rilasciati dall’Ufficio Polizia Locale previo versamento della tariffa mezzo:
    •  ccp nr.23408206 intestato a Comune Abbiategrasso – Polizia Locale Servizio Tesoreria;
    •  IBAN IT42Z0760101600000023408206 intestato Comune Abbiategrasso - Polizia Locale Servizio Tesoreria - Piazza Marconi 1 - 20081 Abbiategrasso;
    •  Versamento presso Tesoreria Comune di Abbiategrasso – BANCA POPOLARE DI SONDRIO sportello di Piazza Garibaldi,2.

Norme Transitorie:

  • Le Tessere Europarking programmate con le vecchie tariffe rimangono validi fino ad esaurimento scorte.

 

pagina aggiornata al 07.11.2018

clicca qui per andare alla sezione della modulistica