Sito Ufficiale del Comune di Umbertide

Salta ai contenuti
Sito Ufficiale del Comune di Abbiategrasso
sei in: 
HOME | Novità | "I Figli di Abramo": dal 6 al 28 marzo ad Abbiategrasso mostra-evento dedicata a Cristianesimo, Ebraismo e Islam

Novità

"I Figli di Abramo": dal 6 al 28 marzo ad Abbiategrasso mostra-evento dedicata a Cristianesimo, Ebraismo e Islam

Per iniziativa dell'associazione culturale "Obiettivo sul Mondo" e del Comune di Abbiategrasso

 
quot-I-Figli-di-Abramo-quot-dal-6-al-28-marzo-ad-Abbiategrasso-mostra-evento-dedicata-a-Cristianesimo-Ebraismo-e-Islam
Ebrei, cristiani e islamici insieme, con le loro culture e la loro arte religiosa, gli uni accanto agli altri. E' questo il tema della mostra "I Figli di Abramo".
L'evento, ideato dall'Associazione Culturale "Obiettivo sul Mondo" e promosso dal Comune di Abbiategrasso, nasce con uno scopo preciso, che non è quello di "confrontare" le tre religioni per esprimere giudizi di merito o per stilare graduatorie, ma individuare ciò che le unisce, e in particolare far risaltare il gusto del bello che le accomuna.

L'iniziativa, insignita del Patrocinio della Camera dei Deputati, è stata resa possibile grazie ai contributi del Comune di Abbiategrasso e della Provincia di Milano.
La mostra verrà inaugurata sabato 6 marzo alle 10.30 dall'onorevole Guido Possa, vice ministro per l'Istruzione, la Ricerca e l'Università. Il 12 marzo, in serata, riceverà la visita dell'on. Giuliano Urbani, ministro per i Beni e le Attività Culturali.
La mostra verrà aperta al pubblico il 7 marzo.

Al Castello Visconteo di Abbiategrasso verranno esposti oggetti rituali di ciascuna delle tre religioni, scelti per il loro valore storico, didattico e artistico.

La sezione ebraica è curata dagli esperti del Graf (Istituto di Ricerche delle Arti e il Folclore) di Bologna, che da dieci anni organizza mostre storiche ed eventi spettacolari in varie città italiane. Tra i fastosi paramenti sacri, i preziosi oggetti liturgici e i simboli della fede popolare, spicca un parokhet quattrocentesco, la tenda usata per coprire l'Armadio del Santissimo posto dietro l'altare della Sinagoga: è il più antico arredo tessile ebraico conservato in Italia. Inoltre sono esposti altri pezzi di straordinario valore tra cui tre "mantelline" per i rotoli della Toràh del Settecento, preziosamente ricamate in argento e oro, e alcuni splendidi ornamenti d'argento sbalzato e cesellato.

La sezione islamica è curata dal C.R.E.A. (Centro Ricerche Etnografico-Ambientali) di Firenze. Pur non avendo la sontuosità delle liturgie ebraica e cristiana, gli oggetti essenziali di questa sezione non sono meno interessanti. Anzi, la loro semplicità mette in risalto il valore intimo e personale del rapporto che i musulmani stabiliscono con il Dio unico. Il numero di pezzi esposti, provenienti dalle aree geografiche più lontane - dal Nord Africa al Medio Oriente fino alle steppe centroasiatiche - evidenzia la diversità degli ambienti culturali legati dalla comune fede. Di particolare rilievo la tenda di un nomade saharawi, completa di tutte le suppellettili che la arredavano, ma anche gioielli con simbologie magico-religiose, custodie porta-corano, stampe d'epoca, il flagello usato dagli Sciiti nelle cerimonie penitenziali e il pinnacolo di una moschea.

La sezione cristiana, curata da Obiettivo sul Mondo, si basa sugli oggetti di culto conservati nel territorio abbiatense, al fine di valorizzare specificamente - in un campo assai vasto come quello dell'arte sacra - le ricchezze locali. In esposizione ci saranno, quindi, codici miniati, arredi liturgici, paramenti sacri, antichi libri, preziosi reliquiari, provenienti dalle chiese del Decanato di Abbiategrasso. Tra i "gioielli" della mostra, alcuni preziosissimi corali del Trecento e del Cinquecento e una scultura in marmo del XIV secolo raffigurante la Madonna col Bambino.

Un'appendice della rassegna cristiana sarà allestita nella seicentesca chiesa di San Rocco. L'edificio, innalzato dalla comunità civica per celebrare la fine dell'epidemia di peste narrata dal Manzoni, restaurato di recente, ospiterà varie suppellettili, liturgiche e non, cadute in disuso dopo il Concilio Vaticano II.
Di grande interesse anche una collezione privata di ex voto.


Accanto alla mostra si terranno incontri, dibattiti, tavole rotonde su temi collegati, con personalità di spicco della politica, della cultura, dell'informazione.
Ci sarà una rassegna cinematografica con pellicole di grandi registi appartenenti alle tre aree culturali, commentati da alcuni tra i più celebri critici cinematografici italiani.
Inoltre, segnaliamo la proiezione del film "Giovanni Paolo II - Testimone dell'invisibile", che verrà presentato dall'autore, l'on. Alberto Michelini (venerdì 12 marzo ore 21, cinema "Al Corso", piazza San Pietro - Abbiategrasso).

Orari di apertura
Castello Visconteo e Chiesa di San Rocco
Feriali: 9,30 ? 12 ; 15 - 19
Sabato e festivi: 10- 19
Realizzazione catalogo associazione culturale "Obiettivo sul Mondo"
ENTRATA LIBERA

Per informazioni
Associazione Culturale Obiettivo sul Mondo
Tel/fax 02.9466688 ; obiettivosulmondo@tiscali.it

Comune di Abbiategrasso
Tel 02.94692336-94692453 ; stampa@comune.abbiategrasso.mi.it