Acconciatore/Estetista/Piercing/Tatuatore

Definizioni

  • L’attività professionale di acconciatore comprende tutti i trattamenti e i servizi volti a modificare, migliorare, mantenere e proteggere l’aspetto estetico dei capelli, nonché il taglio e il trattamento estetico della barba con l’ausilio di tutti gli interventi necessari allo scopo. Tali trattamenti non devono implicare prestazioni di carattere medico, curativo o sanitario.
  • L’attività di estetista comprende tutti gli interventi posti in atto sulla persona volti a mantenere o migliorare l’aspetto fisico secondo canoni e criteri condivisi dalla persona stessa, senza finalità curative. Non rientrano tra le attività di estetica la correzione chirurgica di inestetismi o malformazioni che sono ricondotti tra le attività sanitarie e/o di medicina estetica. L’attività di somministrazione di raggi UVA è finalizzata al miglioramento estetico del soggetto che si sottopone a tale trattamento. I cicli di somministrazione di raggi UVA devono essere registrati nominalmente, prima di ogni trattamento deve essere acquisito il consenso informato al trattamento che, nel caso di soggetti minorenni, dovrà essere reso da colui che ne esercita la patria potestà.
  • Gli interventi di piercing sono consentiti esclusivamente sul lobo dell’orecchio; il piercing su mucose, cartilagini o altre sedi cutanee può essere effettuato anche nelle strutture ove viene esercitata l’attività di estetica, purché da personale medico o personale in possesso di idonea qualifica professionale. L’applicazione del piercing può essere esercitata nei confronti di soggetti minorenni solamente previo consenso di colui che ne esercita la patria potestà.
  • L’attività di tatuaggio consiste nella colorazione permanente di parti del corpo allo scopo di formare disegni o figure indelebili e perenni mediante l’introduzione sottocutanea ed intradermica di pigmenti a mezzo di aghi, oppure con il ricorso alla tecnica di scarificazione. Coloro che intendono esercitare l’attività di tatuaggio e piercing, all’atto della presentazione della richiesta allo Sportello Unico per le Attività Produttive, devono sottoscrivere una dichiarazione con la quale dichiarano di essere a conoscenza delle norme igienico-sanitarie relative all’attività e si impegni a frequentare il primo corso di qualificazione professionale che verrà istituito per l’esercizio di tale attività.

Requisiti personali e professionali

  • essere in possesso dei requisiti morali
  • Essere in possesso della qualifica professionale rilasciata dalla Commissione Provinciale per l’Artigianato (per acconciatori ed estetisti). -  scarica la autocertificazione_requisiti_benessere allegata in fondo

Requisiti urbanistici, edilizi, igienico-sanitari e di sicurezza ambientale funzionali all’esercizio delle attività

I locali sede dell'attività devono rispettare le normative urbanistiche, edilizie, igienico-sanitarie e di sicurezza per il loro legittimo svolgimento. Vedi il Regolamento Comunale per l’esercizio delle attività di acconciatore, estetista, tatuatore e piercing ed il Regolamento Locale d'Igiene 


 Normativa

Attività di acconciatore
Legge 14 febbraio 1963 n. 161 così come modificata dalla legge 23 dicembre 1970 n. 1142 “Disciplina dell’attività di barbiere, parrucchiere ed affini”;
Legge 17.08.2005 n°174 “Disciplina dell’attività di acconciatore”;
Decreto Legge 31 gennaio 2007, n. 7 “Misure urgenti per la tutela dei consumatori, la promozione della concorrenza, lo sviluppo di attività economiche e la nascita di nuove imprese”;
Regolamento comunale per l’esercizio delle attività di acconciatore, estetista, tatuatore e piercing.
Regolamento Regionale 28/11/2011 n. 6 "Disciplina dell'attività di acconciatore in attuazione dell'art. 21 bis della legge regionale 16 dicembre 1989, n. 73  «Disciplina istituzionale dell’artigianato lombardo".

 Attività di estetista e di somministrazione di raggi U.V.A.
Legge 4 gennaio 1990 n. 1 “Disciplina dell’attività di estetica”;
D.d.g. 13 marzo 2003 – n. 4259 “Linee Guida per l’aggiornamento e la regolamentazione delle attività delle estetiste”;
Decreto Legge 31 gennaio 2007, n. 7 “Misure urgenti per la tutela dei consumatori, la promozione della concorrenza, lo sviluppo di attività economiche e la nascita di nuove imprese”;
Regolamento comunale per l’esercizio delle attività di acconciatore, estetista, tatuatore e piercing.

Attività di tatuaggio e piercing
D.d.g. della Regione Lombardia del 27.04.2004 n. 6932 “Linee guida per l’esercizio delle attività di tatuaggio e piercing”;
Regolamento comunale per l’esercizio delle attività di acconciatore, estetista, tatuatore e piercing.

Data di ultima modifica: 21/11/2020

Documenti allegati
Documenti allegati
autocertificazione_requisiti_benessere(1).pdf (50.26 KB)
Regolamento comunale per l’esercizio delle attività di acconciatore, estetista, tatuatore e piercing. (163.54 KB)
torna all'inizio del contenuto