Spettacoli viaggianti e circhi

Le attrazioni dello spettacolo viaggiante devono essere munite di codice identificativo ai  sensi dell'art. 4 del D.M. 18/05/2007 e s.m.i. Il Codice è rilasciato dal Comune previa verifica tecnica della Commissione Comunale di Vigilanza ai sensi dell'art. 3, comma 4. del predetto decreto.

Una copia dell'atto di registrazione con il codice deve essere inviata al Ministro per i beni e attività culturali MIBAC – Direzione Generale per lo Spettacolo dal vivo.

Ai sensi dell'art. 4, comma 5,  per: le piccole attrazioni, balli a palchetto (sez II),, teatri di burattini (sez. III), arene ginniche (sez IV) il parere della C.C.V. è sostituito dall'asseverazione di un tecnico o dalla certificazione dell'organo certificatore che attestano il rispetto dei requisiti di legge. Il Comune ha l'obbligo di verificare a campione le asseverazione sottoponendole alla C.C.V.

Anche i circhi rientrano tra le attrazioni dello spettacolo viaggiante ed oltre ad avere il codice identificativo, per poter operare hanno la necessità di acquisire l'autorizzazione comunale previo parere della C.C.V. o, se con capienza fino alle 200 persone, allegando la relazione di tecnico abilitato ai sensi dell'art. 141 bis del Reg T.U.L.P.S.e s.m.i. (circolare ministeriale n. 17082/114 del 11/06/2013.

Si tenga presente che le attività sono disciplinate anche da normativa Comunale:  regolamento spettacoli viaggianti 


Presentazione delle segnalazioni e istanze
Le segnalazioni e le istanze vanno presentate tramite il canale unico di IMPRESAINUNGIORNO LINK
allegando anche:

  • richiesta di deroga al rumore  
  • richiesta occupazione suolo pubblico 
  • ricevuta avvenuto versamento diritti di segreteria Suap come da Delibera di Giunta 101 del 30/05/2013. Il versamento può essere effettuato con il sistema PAGOPA o utilizzando gli estremi contenuti nel link seguente

Data di ultima modifica: 27/11/2020

torna all'inizio del contenuto